Il Team di Robotica Don Bosco alla conquista dello spazio

Immaginate di trovarvi nello spazio, in una minuscola navicella spaziale, a mille miglia da qualsiasi forma di vita e impossibilitati a compiere un gesto tanto semplice quanto utile come quello di lavare i propri vestiti.

Immaginate ora che otto studenti del liceo salesiano Don Bosco di Verona decidano di prendere parte, per il secondo anno consecutivo, alla ventesima edizione della FIRST LEGO LEAGUE, classificandosi per la seconda volta in due anni primi a livello nazionale e accedendo alla finale del FIRST LEGO LEAGUE WORLD CHAMPIONSHIP di Houston.

Immaginate per un momento che tutto questo sia realtà, che gli astronauti che vengono inviati nello spazio non abbiano la possibilità di fare quotidianamente il bucato e che nelle rare volte in cui si cambiano debbano disperdere i loro abiti sporchi nello spazio.

Immaginate che gli otto ragazzi veronesi, volati a Houston lo scorso 17 aprile, abbiano inventato il W.E.M.I.T, un innovativo sistema per il lavaggio dei vestiti degli astronauti in assenza di gravità e senza acqua.

Difficile da immaginare eppure tutto questo è realtà.

Infatti è andata proprio così: anche quest’anno la squadra di robotica dell’Istituto Salesiano Don Bosco ha partecipato, dopo il successo dello scorso anno, a questa manifestazione che ha visto confrontarsi 108 team da tutto il mondo, selezionati nelle fasi nazionali tra oltre 40.000 squadre candidate.

Alessio Montignani, Beatrice Ligozzi, Camilla Salvagno, Filippo Oliosi, Maddalena Zuccato, Paolo Venturini, Pietro Formenti e Pietro Fornalè, guidati dal Coach prof. Luca Zanetti hanno progettato l’innovativa “lavatrice spaziale”.

Partiti da casa come Campioni d’Italia sono rientrati dal Texas stringendo tra le mani il titolo di Campioni del Mondo risultando primi in tutto: progetto scientifico, innovazione tecnologica, programmazione robotica, presentazione e lavoro di squadra.

Il loro progetto, il W.E.M.I.T, è un innovativo sistema per il lavaggio dei vestiti degli astronauti in assenza di gravità e senza acqua. La soluzione proposta sostituisce ai tradizionali tessuti un materiale composto di una fibra unica di polimeri intrecciati in modo da poter essere sciolti con estrema facilità.

Il processo di pulizia prevede di disfare il tessuto, passare il filo che lo compone attraverso un’innovativa capsula che rimuova lo sporco e poi intrecciare nuovamente la fibra nella forma originale con un macchinario per il 3D knitting.

Il W.E.M.I.T è già stato brevettato e potrebbe trovare diverse applicazioni anche sulla terra e la NASA stessa è intervenuta alle premiazioni del campionato mondiale dimostrando un sincero interesse verso questo innovativo progetto.

Gli otto liceali scaligeri sono già pronti a ripartire alla volta di San Josè in California dove a fine Giugno, essendo stati selezionati tra i 20 migliori progetti al mondo, concorreranno al GLOBAL INNOVATION AWARD 2019.

Siam orgogliosi di sostenere questi scienziati che incarnano i valori che da sempre Zanolli persegue: lo spirito di squadra, l’innovazione tecnologica e la competizione sana.

Ancora più fieri perché questi ragazzi rappresentano il futuro veronese nel mondo.

Dr. Zanolli Srl
Via Casa Quindici, 22 | 37066 Caselle di Sommacampagna | Verona - Italy - Tel. +39 045 8581500 - Fax +39 045 8581455 P.IVA 00213620230 REA VR-57706
request
Dr. Zanolli SRL è certificata UNI EN ISO 9001 in tutto il processo produttivo
Seguici